SAEPINUM (CB)

SAEPINUM (CB)

Comune Sepino – località Altilia; teatro antica Saepinum romana. Sullo stipite sinistro della porta ad arco di un antico edificio eretto sul perimetro del teatro romano si trova incisa la TC.

               

                       La porta e lo stipite su cui è incisa la TC

 

                                   Il bellissimo complesso archeologico di Altilia (Sepinum)

 

  • Segnalazione e immagini:  Luigino Moglianesi
  • Nello stesso luogo, ci è stato segnalato un secondo esemplare di TC, corredato di immagini, dal sig. Raffaele Campanelli, nell’ottobre 2010, e cogliamo l’occasione per ringraziarlo (era stato rilevato una decina di anni fa dal sig. Roberto Palmieri).
  • Nel dicembre 2014 abbiamo ricevuto, dall'archeologo Mario Ziccardi, un approfondimento dell'esemplare e del contesto (lo ringraziamo vivamente).
  • Nell'agosto 2015 abbiamo avuto il piacere di recarci personalmente in loco, in maniera tale da poter vedere personalmente l'esemplare.

 

Marisa Uberti in visita all'esemplare inciso in verticale (agosto 2015)

La triplice cinta è scolpita sullo stipite sinistro di un portone a circa 1.20 metri dal suolo; il portone era al piano terra di una delle case settecentesche costruite sulla media cavea del teatro romano di Saepinum. Il teatro è posiziono nelle vicinanze della cosiddetta “Porta Bovianum” con una postierla di accesso aperta direttamente sulle mura in opus reticulatum realizzate nei primi anni del I secolo dopo Cristo.La città romana di Saepinum nacque su un crocevia, preesistente la città, sull’antico tracciato  tratturale “Pescasseroli-Candela”.Dopo la caduta dell’impero romano alcune parti della città furono rioccupate in epoca altomedievale e rinominata in Altilia. Nei secoli successivi le costruzioni in pietra vennero realizzate con materiale di spoglio recuperati sul posto.Le abitazioni settecentesche furono realizzate sulle strutture possenti dell’antico teatro che ne influenzò la forma a mezza luna.

La triplice cinta è quadrata (circa  25cm x 25cm), con intersezioni a croce e con un foro a bulino al centro; i quadrati interni sono regolari ma spostati leggermente sull’asse verticale e presenta un abbozzato foro centrale. Come per tutte le costruzioni settecentesche presenti a Saepinum furono usati anche materiali di spoglio. La TC si trova ad un’altezza di circa 1.2 metri; non è certo il periodo di realizzazione. Ovviamente la posizione verticale non è compatibile con un uso ludico.

 

                 

Foto inviataci dal dr. Mario Ziccardi, che mostra il dettaglio del foro nel quadrato più interno, leggermente decentrato ma in asse con i segmenti perpendicolari verticali (da foto)