CICOGNA (Alpe Gana, Comune di Cossogno, Val Pogallo; prov. Verbano-Cusio-Ossola)

CICOGNA (Alpe Gana, Comune di Cossogno, Val Pogallo; prov. Verbano-Cusio-Ossola)

Su una piccola lastra di calcescisto incisa a martellina, conservata dai proprietari dell’alpeggio. In posizione inclinata.

In realtà si tratta di un esemplare particolare, con un quarto quadrato più esterno e distanziato, in cui arrivano le diagonali.

Crediti: Antonio Biganzoli ne “Il territorio segnato. Incisioni rupestri nel Verbano” , Museo del Paesaggio, i Quaderni n. 15, 1998.

Nel giugno 2014 abbiamo ricevuto un'ulteriore conferma della presenza dell'esemplare, dal nostro referente piemontese, Fabio Copiatti, che ci ha mandato una bella foto:

Egli riferisce le seguenti notizie aggiuntive:

L’alpe si raggiunge da Cicogna seguendo per un tratto la strada per l’alpe del Braco che anticamente portava a Pogallo; poco prima della Fornace di Gana (cottura della calce) si dirama un sentiero non ben segnalato per l’Alpe Gana (o Spigh) e prosegue per l’alpe Catto. All’alpe Gana sono presenti alcune lastre di pietra recanti incisioni.

La lastra più interessante tra quelle presenti a Gana reca incisi due segni a mandorla, uno con inscritto un tratto rettilineo verticale, l’altro con inscritta una coppella singola, da alcuni autori indicati come simboli vulvari; un cruciforme con bracci diseguali e terminazione a “T” in basso; alcune rozze coppelle di varie dimensioni e due vaschette; un antropomorfo schematico con arti superiori simmetrici e inferiori paralleli; altri segni tracciati in maniera più grossolana, tra i quali si riconosce un altro antropomorfo disteso, con testa circolare, arti superiori ortogonali, arti inferiori divaricati e micro coppella tra di essi (individuo di sesso femminile?).
Nell’alpeggio e nei suoi dintorni si trovano altre pietre con rozze coppelle e canaletti come gradini o come lastre di copertura.
Lungo il sentiero che da Gana conduce all’alpe Catto, nel contesto di una frana e su due massi sono incisi un cruciforme e un segno ad “ascia”.

Riferimento bibliografico: Copiatti F., Poletti Ecclesia E. (a cura di), Messaggi sulla pietra. Censimento e studio delle incisioni rupestri del Parco Nazionale Val Grande, Vogogna 2014