GENOVA (città)

GENOVA (città)

Palazzo Balbi-Senarega, via Balbi, n. 4. Tre Triplic Cinte sono scolpite sulla balaustra di marmo del loggiato al primo piano, una su ciascun lato (un quarto lato non ha nessuna incisione). Gli esemplari hanno tratto sottile ed hanno proporzioni diverse, che potrebbe indicare diverse mani. Quello in apertura non ha diagonali, come quello della foto seguente:

Un esemplare tracciato visibilmente senza l'ausilio di strumenti. I tratti appaiono approssimativi e si nota un notevole dislivello nella parte inferiore, tra la penultima e ultima "cinta".

Esemplare con diagonali, che denota una certa proporzionalità tra i quadrati concentrici

 

Il Palazzo, oggi sede dei dipartimenti delle facoltà di Scienze Umanistiche dell'Università degli Studi di Genova, fu costruito tra il 1618-1625 dall'arch.Bartolomeo Bianco per i fratelli Giacomo e Pantaleo Balbi, che vollero due appartamenti uguali ma distinti, sovrapposti. In comune risultano l'accesso, il piano del portico destinato parzialmente ad ospitare lo scagno e lo scalone.

I due fratelli furono uomini illustri le cui fortune si fondano principalmente sulle attività finanziarie.

Il palazzo Balbi-Senarega, restaurato negli anni '80 del XX secolo, è stato inserito il 13 luglio del 2006 nella lista tra i 42 palazzi iscritti ai Rolli di Genova divenuti in tale data Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO.

  • Crediti: segnalazione e foto Henry de Santis, aprile 2015 (che ringraziamo)