MORRONE DEL SANNIO (CB)

MORRONE DEL SANNIO (CB)

Badia S. Maria Casalpiano. La pietra con scolpita la triplice cinta è posizionata a terra incisa su una delle pietre del basolato dell’ambiente voltato, un passaggio di comunicazione tra la parte antistante e quella retrostante del fabbricato. L'esemplare, nel modello classico con i soli segmenti perpendicolari,  è inciso – cui si nota la tecnica di realizzazione con una subbia - su un concio posto quasi al centro della galleria e misura 15cm x 14cm.

 

                                       La Badia di S. Maria Casalpiano

 

               

                    Badia di S.Maria Casalpiano, particolare della galleria

 

                    

               Localizzazione della TC (indicata dalla freccia rossa)

 

Gli scavi archeologici hanno permesso di ricostruire le fasi di occupazione. Il sito ha una frequentazione dal periodo repubblicano (sono stati rinvenuti frammenti di ceramica risalenti al II a.C.). Qui sorgeva una villa risalente al I d.C. che subì l’abbandono probabilmente nel IV o V secolo d.C. durante gli scavi sono state rinvenute diverse sepolture risalenti al VI secolo. Al XI è da riferire la costruzione di una prima chiesa probabilmente nata su un luogo di culto esistente. La seconda chiesa fu ricostruita con materiali provenienti dalla prima ormai in rovina. Nel 1531 il complesso subì dei restauri e fu realizzato un romitorio. La galleria è da attribuire a questo periodo.
Bibliografia: De Benedittis G., S. Maria in Casalpiano. Gli scavi archeologici e il restauro architettonico, 1993

  • Crediti: segnalazione e foto dr. Mario Ziccardi, che ringraziamo vivamente (giugno 2014)