VENOSA (PZ)

VENOSA (PZ)

Concattedrale di Sant’Andrea. La T.C. in questione è ubicata a circa 3 metri dal suolo (sul campanile) ed è mancante di una parte, ma l’averla posta in quel luogo potrebbe far presupporre ad una conoscenza del valore metaforico di quel simbolo.

I lavori per l’edificazione della Cattedrale di Sant’Andrea iniziarono, per volere del duca Pirro del Balzo, attorno all’anno 1470 e terminarono circa 30 anni dopo, mentre il campanile fu innalzato attorno all’anno 1590.

 

           

                                            La Concattedrale di Sant'Andrea (foto di Tino Coviello)

 

Sia la Cattedrale - costruita sui resti dell’ex chiesa greca di San Basilio – che il campanile furono eretti con materiale di reimpiego provenienti da varie costruzioni presenti in zona.

A partire dall’anno Mille Venosa è stata al centro della storia d’Italia, trovandosi nel cuore del grande Regno che è stato quello delle Due Sicilie. E forse la sua storia è più ricca ed importante di quella che finora ci è stata descritta.

 

Segnalazione e foto: Marco Di Donato-Tino Coviello