ROVIANO (RM)

ROVIANO (RM)

In Via Castello, 43, c'è una TC incisa nella pietra calcarea usata come gradino dell’abitazione della famiglia di Enzo Crialesi. Questa “triplice cinta” o filetto è una figura geometrica incisa abbastanza rozzamente e costituita da tre quadrati concentrici suddivisi da due diagonali e da due mediane che, però, si arrestano sui lati e sui vertici del quadrato più piccolo senza congiungersi al centro. Il quadrato più grande misura: lato est 28 cm; lato sud 25 cm; lato ovest 24 cm e lato nord 23 cm. Anche le mediane (cm 9,5 lato nord e cm 7,5 lato est, ad esempio) e le diagonali presentano misure differenti.
L’ingresso all’abitazione è sul lato a sud. .Enzo Crialesi (classe 1944), attuale proprietario, ci ha confermato che da ragazzo ci giocava spesso a filetto con i suoi amici e che la casa, appartenuta al nonno Rocco, dovrebbe risalire al XVIII secolo: «costruita a ridosso di un muro dello spessore di circa 2 m, forse il muro di cinta che proteggeva Roviano dalla parte ad est».

  • Crediti: Artemio Tacchia (foto + notizie, fornitemi direttamente dall'Autore, pubblicate nell'articolo "Una triplice cinta a Roviano"  in Aequa -Indagini storico-culturali sul territorio degli Equi, n. 52/marzo 2013), p.59-61