SERMONETA, ABBAZIA DI VALVISCIOLO (LT)

SERMONETA, ABBAZIA DI VALVISCIOLO (LT)

L'Abbazia di Valvisciolo (della quale invitiamo a leggere l'approfondimento nel sito ufficiale dei Cistercensi) sorge ai piedi del Monte Corvino ed è circondata dai Monti Lepini. E' contornata da un alone di mistero che affonda già nelle sue oscure origini: chi la costruì? Era già esistente quando arrivarono i Cistercensi e dunque si pensa che siano stati i Cavalieri Templari (chiaramente, essendosi costituiti come Ordine nel 1128, l'avrebbero eretta successivamente a tale data) oppure è molto precedente, anteriore al Mille e sarebbe stata fondata dai Monaci Basiliani. Ad ogni modo, è ben noto che vi si ritrovino simbologie  enigmatiche come il Sator in forma circolare, il Fiore della Vita, e schemi della Triplice Cinta e dell'Alquerque.

Sono almeno due gli esemplari di TC incise su altrettante lastre di copertura del muretto del chiostro (una è quella della foto di apertura, con un vistoso foro centrale). Sul lato N-E del chiostro adiacente a quello dove si trova la prima TC, è presente un secondo esemplare, caratterizzato dalla presenza di un secondo quadrato sovraimposto nella parte inferiore (rivolto verso l'esterno del chiostro). Le dimensioni sono notevoli, occupando la quasi totalità della lastra in larghezza.

E' segnalato anche un Alquerque graffito verticalmente sopra l'intonaco, del quale mancano ulteriori riferimenti, al momento.

  • Crediti: Giulio Coluzzi. Una scheda apposita approfondita è pubblicata nel libro "I luoghi delle triplici cinte in Italia: alla ricerca di un simbolo sacro o di un gioco senza tempo?" di Marisa Uberti- Giulio Coluzzi (Eremon Edizioni, 2008), pp. 242-244. Oggi il libro è reperibile nella maggioranza degli e-store
  • Scheda inserita da M. Uberti