Giovanni Barrella

Giovanni Barrella

Membro attivo- Collaboratore del Progetto

Referente per il Canton Ticino, la provincia di Varese e la Daunia

Giovanni Barrella è nato a Esslingen (Germania) e vive tra la Valcuvia e Lugano. Da sempre appassionato di esplorazioni geografiche e ricerche archeologiche è speleologo, istruttore di tecnica e co-fondatore di una scuola di speleologia a Manfredonia. Informatico e web designer, ha fondato con il dr. Andrea Grana il primo portale di divulgazione culturale, speleologica e archeologica “Gargano da Scoprire” in territorio di Capitanata ed è stato co-fondatore e presidente del Team Archeo-Speleologico ARGOD. Ha collaborato con il Parco Nazionale del Gargano e la Soprintendenza di Foggia e ha sviluppato diversi progetti sul territorio garganico in collaborazione con altre associazioni. Ha al suo attivo numerosi lavori e articoli sull’iconografia religiosa in territorio daunio e, nello specifico, sulla simbologia esoterica. Ha partecipato allo studio, insieme al direttore del museo Paglicci Enzo Pazienza e ad altri ricercatori del territorio garganico, delle pitture e incisioni rupestri preistoriche, sviluppando alcune ipotesi con correlazioni astronomiche. Ha collaborato insieme al dr. Andrea Grana, astrofisico, allo studio del megalitismo nella Valle dei Dolmen, in territorio di Monte Sant’Angelo, con l’architetto Raffaele Renzulli. Ideatore, con la psicologa e psicoterapeuta dott.ssa Angela Nardella, della Speleoterapia, prima volta in Italia, sull’utilizzo dell’ambiente grotta come setting terapeutico. Scrittore e studioso di folklore e antropologia, ha partecipato come relatore a diversi convegni sul folklore in grotta e sui fenomeni legati alla magia e alla superstizione. In Lombardia, si sta occupando dello studio delle incisioni rupestri alpine e della simbologia e folklore dei massi erratici. In cantiere un romanzo, attraverso il quale propone alcune inedite scoperte esoteriche fatte durante le peregrinazioni garganiche. È socio del CAI, della Società Speleologica Italiana e del Gruppo Ricerche Puglia.

Membro dal 12/11/2019