MATERA

MATERA

Una Triplice Cinta è stata rilevata nel sito della Cattedrale di Maria SS. della Bruna e Sant'Eustachio, all'esterno, Portale Ovest. Ricordiamo che TC (e Alquerque ) sono state documentate sulla facciata sud, in entrambe le Porte presenti (v. relative schede). La foto di apertura consente di osservare sia gli esemplari al naturale che elaborati graficamente.

Ubicazione: verticale, in situ.

Supporto: piedritto sinistro in calcarenite

Dimensioni: 16 x 18 cm

Datazione presunta: a partire dal 1270

Modelli: Triplice Cinta e Alquerque

Associazione con altri simboli: coppella nel campo interno della Triplice, altri tavolieri ormai illeggibili, di cui uno con coppella; un cavallo con cavaliere in alto

Descrizione:

L’interno del piedritto sinistro del Portale principale della Cattedrale presenta un palinsesto di graffiti, alcuni dei quali ormai illeggibili. Appare in primis in alto la figura elegante di un cavallo con la testa bardata - come durante la parata della Festa di Maria SS. della Bruna - e vi si aggiunge la figura accennata di un cavaliere; nella zona inferiore appaiono in sequenza un Alquerque e una Triplice Cinta con coppella centrale enfatizzata. Altre figure, presumibilmente tavolieri, le affiancano a sinistra, ma non si riescono a ricostruire a causa dell’usura del materiale. Di una è tuttavia riconoscibile l’ampia coppella centrale.

Di seguito è mostrata l'immagine dell'ubicazione (in rosso) delle varie TC sulla Cattedrale (elaborazione arch. S. Centonze):

  • Segnalazione: arch. Sabrina Centonze (16 luglio 2020), che si ringrazia vivamente. Rif. bibl.: Centonze Sabrina, La Triplice Cinta, il Tris e l’Alquerque: da tabulae lusoriae a simboli di pellegrinaggio. Nuove acquisizioni lucano-pugliesi per il censimento nazionale, in "MATHERA", anno IV n. 12, del 21 giugno 2020, Antros, Matera, pp. 85-96
  • Scheda inserita il 20/07/2020 da M. Uberti