CALTABELLOTTA, Monte Gogàla (AG)

CALTABELLOTTA, Monte Gogàla (AG)

Caltabellotta è un borgo di origini antichissime, situata ad una quindicina di chilometri dalla costa sud-occidentale della regione. E' adagiata sulle cime dei Monti Sicani a dominio di tre colli: il Monte San Pellegrino, il Monte Castello e il Monte Gogàla. Ai suoi piedi la Valle dei Platani. Il borgo si caratterizza per la sua posizione strategica ideale per controllare il paesaggio circostante, peculiarità che ha fatto sì che la cittadina fosse, nel corso della storia, protagonista nella gestione dell’ordine territoriale (vedi link per approfondimento).

Sulla cima del Monte Gogàla, in uno scenario rupestre di grande suggestione, la roccia è stata modellata e squadrata per ricavarne un sedile a "L" (o parapetto perchè sotto vi è lo strapiombo) e altri tre manufatti, di cui uno più grande degli altri. Questi ultimi sembrano approntati come un tavolo e dei sedili per la sosta ma, secondo alcune ipotesi, si tratterebbe di un arcaico altare (di cui non si esclude l'eventuale riutilizzo, naturalmente).

Sulla superficie del manufatto più grande si trova incisa una Triplice Cinta, molto consunta. I tratti sono parzialmente visibili grazie alla deposizione di licheni che hanno "colorato" in modo naturale i piccoli solchi dell'incisione per tutta la loro lunghezza. Malgrado ciò, lo schema non è distinguibile integralmente e comunque (perlomeno da fotografia che abbiamo ricevuto) non consente di definire con certezza il modello: probabilmente si tratta di una Triplice Cinta classica, con i soli segmenti mediani (senza diagonali nè foro centrale). Nell'esecuzione (che non possiamo datare, in mancanza di dati oggettivi) è stata rispettata una certa proporzione.

  • Crediti: segnalazione e foto di Vincenzo (Enco) Mulè e Paolo Vetrano, che ringraziamo vivamente (12 Ottobre 2018)
  • Scheda redatta e inserita da M. Uberti il 16/10/2018