PUGLIA

MOTTOLA (TA)

All'interno della chiesa rupestre di San Nicola, a pochi centimetri dall'iconostasi, sul pavimento - in orizzontale - è stata identificata una Triplice Cinta (e poco distante quel che resta di un Alquerque). Il pavimento è piuttosto consumato ed è difficile scattare foto. Approfittando di una...
+

MURO LECCESE (LE)

Due TC realizzate a sgraffio su affresco si trovano nella chiesa di Santa Marina, esattamente al centro del dipinto di Sant'Antonio Abate. La più piccola e completa, evidente sul fondo nero della tonaca, risulta inclinata a sinistra di circa 13°. Appena a sinistra un terzo esemplare...
+

PESCHICI (FG)

Castello. Stipite sinistro dell’ingresso delle prigioni. L’esemplare è dipinto e non inciso e si trova  verticalmente. Dubbio sulla presenza del terzo quadrato. Segnalazione e foto:  Andrea Grana, Direttore del Team Archeo – Speleologico ARGOD
+

PESCHICI (FG)

Nell’Abbazia di Càlena, del 1024 d.C., sono state individuate ben tre Triplici Cinte. Due sono state scoperte sull’architrave di una piccola camera di fianco all’altare della Chiesa "Nuova", da Beniamino Piemontese (Associazione Ideale "Osservatorio Torre di Belloluogo" Lecce); mentre spetta al...
+

PIETRA MONTECORVINO (FG)

Nella Torre Normanna, sul davanzale di due finestre si trovano due incisioni di Triplice Cinta (una per parte). La Torre risale alla metà del XIII secolo; nata per scopi militari, era parte integrante del castello che fu utilizzato dai normanni, dagli svevi e trasformato poi dagli angioini. La...
+

PULSANO (FG)

Si tratta del secondo esemplare documentato nell'antica abbazia di S. Maria (il primo, particolarissimo, si trova in una scheda a parte). Questa Triplice Cinta si trova su un frammento lapideo scoperto durante la seconda campagna di scavo archeologico nel 2001. Lo schema risulta tracciato con...
+

PULSANO - MONTE SANT'ANGELO (FG)

Abbazia medievale di Santa Maria, su un blocco incassato in una delle vecchie celle dei monaci poste lungo il camminamento che conduce alla chiesa rupestre. In realtà si tratta di otto (o forse nove) quadrati concentrici, con una vistosa croce al centro, spostata verso l’alto. Sono presenti altre...
+

RIGNANO GARGANICO (FG)

Nel centro antico della città, su un frammento litico, oggi musealizzato. Posizione non determinabile in origine. Scopritore:Enzo Pazienza, Direttore Museo Paglicci. Si ringrazia il Gruppo Argod per la cortese segnalazione.
+

SAN CESARIO DI LECCE (LE)

Chiesa medievale di San Giovanni Evangelista. Su un sarcofago Templare (?), sul lato lungo e visibile; verticalmente abbiamo trovato due TC e un alquerque, verosimilmente eseguiti da mani diverse (stili e tratti differenti). Foto: Marisa Uberti (estate 2011)
+

SAN GIOVANNI ROTONDO (FG)

Chiesa di Sant'Onofrio. Uno schema a "duplice cinta" (senza segmenti mediani) è stato documentato verticalmente sul lato sinistro guardando l'entrata, sulle pietre angolari. Di fianco alla chiesa è presente la famosa "rotonda" di San Giovanni Battista, l'edificio sacro più antico della...
+

SAN MARCO in LAMIS (FG)

Eremo di Sant’Antonio (valle di Stignano). Un tempo le incisioni si trovavano interne alla grotta, mentre attualmente si trovano inserite nella pavimentazione esterna. Da un lavoro inviatoci  alcuni anni fa dal gent.mo dr. Andrea Grana, Socio fondatore e Direttore del Team Archeo –...
+

SAN NICANDRO GARGANICO (FG)

Eremo di San Giuseppe, su due massi a terra, adiacenti alla chiesa. Un esemplare molto consunto (e coperto da licheni) a circa un metro dal precedente: Segnalazione e foto: Giovanni Barrella- team Argod, che ringraziamo Scheda aggiornata il 14/10/2019 da M. Uberti
+

SAN NICANDRO GARGANICO (FG)

Questa TC è stata scoperta all’interno del sito archeologico di Monte Devia. Il sito è costituito dai resti dell’antico borgo medievale, dove sono ancora presenti antiche abitazioni e l’abbazia più antica dell’intero complesso; e dalla Chiesa di Santa Maria, in stile Romanico Pugliese, con...
+

SAN NICANDRO GARGANICO (FG)

Chiesa di San Giorgio e Santa Maria Costantinopoli, sullo stipite destro della facciata, in verticale. Segnalazione e foto: Andrea Grana - Team ARGOD  
+

SAN SEVERO (FG)

Facciata di transetto in pietra della chiesa di San Severino Abate, realizzata (immediatamente dopo il 1295) impiegandosi materiali edilizi di risulta provenienti con ogni probabilità dall’abbandonato palatium Bellumvidere di Federico II. In alto a destra, verticalmente, è presente una Triplice...
+

SAN SEVERO (FG)

Bell'esemplare di Triplice Cinta incisa con grande accuratezza su un blocco incassato sul paramento murario della chiesa di San Severino, al civico 1 della stessa strada. Il blocco è sicuramente di reimpiego, si trova ad altezza occhi e si presenta nel modello classico, con i soli segmenti mediani....
+

SERRACAPRIOLA (FG)

ALL’INTERNO DELLE MURA DELL’ANTICO MONASTERO BENEDETTINO DI SANT’AGATA, ORAMAI IN DISUSO DA SECOLI E GIÀ PIÙ VOLTE SACCHEGGIATO, E' STATO INDIVIDUATO QUESTO MATTONE IN TERRACOTTA (PRESUMIBILMENTE ORIGINALE, TARDO MEDIEVALE) CHE PORTA, INCISA SULLA FACCIA, LA TRIPLICE CINTA. IL REPERTO ERA NASCOSTO...
+

SIPONTO, MANFREDONIA (FG)

Abbazia di San Leonardo in Lama Volara di Siponto, all’interno del muretto a secco di recinzione, sulla sinistra della facciata della chiesa. Numerosi tris nel cortile retrostante l’edificio. Segnalazione: Sante Asse (2007)   Nel maggio 2015 il nostro collaboratore Tino Coviello è andato sul...
+

SOVERETO (fraz. Terlizzi, BA)

Santuario S.Maria di Sovereto (XII sec.). All’interno della chiesa, su una lastra pavimentale, vicino all’altare maggiore e alla sacrestia. All'esterno del medesimo santuario si trovano altre due TC: la prima misura 15 cm (lato del quadrato più esterno), e la seconda 7 cm (lato del quadrato più...
+

TORREMAGGIORE (Castelfiorentino, FG)

La località di Castelfiorentino è nota ai più per essere stato il luogo ove il 13 dicembre 1250 morì l'Imperatore Federico II di Svevia. Come testimoniato dagli scavi archeologi che furono intrapresi dall'Università di Bari e dall'Ecole Française di Roma (1982-1992), era una vera e propria...
+

TORREMAGGIORE (Castelfiorentino, FG)

Questo esemplare di Triplice Cinta è incisa su un tegolone proveniente dagli scavi di Castelfiorentino ed è attualmente custodita come reperto n. 23 presso il Museo Civico di Torremaggiore al Castello Ducale. Crediti: la scoperta fu effettuata dal prof. Francesco Paolo Maulucci Vivolo. La...
+

TORREMAGGIORE (Castelfiorentino, FG)

Frammento di tegolone con incisa una bella TC, trovato in scavo nel sito archeologico. Contestualmente è stata ritrovata una pedina sulla cui superficie sono riportati cerchi concentrici. E' il quarto esemplare ritrovato a Castelfiorentino presente nel nostro database alla data della presente...
+

TORREMAGGIORE (Castelfiorentino, FG)

Questa è la seconda TC rinvenuta durante gli scavi a Castelfiorentino (la prima è stata segnalata su scheda a parte). In seguito ne sono state segnalate altre tre (in schede a parte). L'esemplare proposto è presente sul fondo di un piatto come decorazione geometrica. Ad una osservazione attenta, le...
+

TORREMAGGIORE (FG)

All'interno del Castello Ducale (XI-XVI secolo), sullo stipite del vano scale che conduce al Salone, si trova incisa questa bella TC in verticale. L'esemplare è nel modello classico (senza diagonali nè foro centrale). Crediti: segnalazione e foto Giovanni Barrella (ricevuta in data...
+

TORREMAGGIORE (FG)

Questo esemplare di Triplice Cinta è proveniente dagli scavi della zona urbana di Castelfiorentino; il frammento su cui è incisa apparteneva ad uno stipite ed è verosimile che sia stato originariamente tracciato in verticale. Le misure sono di circa 20 x 21 cm. Attualmente il reperto è conservato...
+

TRANI

Cattedrale medievale di San Nicola Pellegrino. Numerosi tavolieri (TC, tris e alquerque) sono incisi alla base del campanile che funge da seduta per turisti e pellegrini. Davanti alla colonna centrale che divide l’arco in...
+

TRANI

Monastero di S. Maria in Colonna (XI-XII sec.), sul muretto del chiostro (lastre originarie). Su una lastra di copertura. Foto: Giulio Coluzzi L'esemplare è stato discusso nel libro "I luoghi delle triplici cinte in Italia. Alla ricerca di un simbolo sacro o di un gioco senza tempo?" (Uberti, M.-...
+

VACCARIZZA (FG)

L'esemplare di una probabile Triplice Cinta incisa su un frammento di laterizio è emerso in corso di scavo presso il sito archeologico di Vaccarizza presso Troia (FG) che viene descritto dalla dott.ssa Giovanna Baldassarre dell'Università degli Studi di Foggia nel modo seguente:   "Tra i...
+

VALLE GRANARA (comune di S. GIOVANNI ROTONDO, FG)

La zona in cui è stato scoperto questo esemplare è impervia, quasi a ridosso di pareti a strapiombo; si tratta di un piccolo riparo carsico a taglio, con il soffitto molto basso (all'interno ci si sta quasi sdraiati). Trovare questo ambiente è difficilissimo per via delle difficoltà del percorso...
+

VIESTE (FG)

Cattedrale di S. Maria Assunta, sullo stipite sinistro del portale laterale. La TC è seminascosta dal muro adiacente ed è in verticale.   La prima segnalazione di questo esemplare ci giunse dal dr. Giovanni Malcangio (ante 2008), ma nell'agosto 2015 abbiamo potuto andare a vedere di persona...
+
webmaster Marisa Uberti